La chiesetta di Inkoo (part 2).

*please scroll down for English version*IMG_6092XX (2)IMG_6092XX (1)IMG_6092XX (3)

Di straordinario interesse sono senz’altro gli affreschi che decorano l’interno questa chiesetta medievale.   Datati a partire dalla fine del XV secolo,  in parte sono andati persi nel corso dei secoli,  ma sono stati recuperati a partire dal 1894.

La mia fonte spiega che uno dei meglio conservati e’ questa “Dormizione della Vergine”,  circondata dai dodici apostoli:

IMG_6092XX (6)

Un altro affresco molto significativo e’ il seguente,  rappresenta Dio che unisce Adamo ed Eva:

IMG_6092XX (7)

Continuando,  notevoli ritratti di angeli,  santi,  evangelisti e dottori della Chiesa:

IMG_6092XX (4)IMG_6092XX (5)

Infine,  il meglio conservato di tutti e piu’ interessante:  la Danza Macabra,  che rappresenta la morte che spinge verso la loro destinazione finale personaggi di varia estrazione sociale:

IMG_6092XX (9)

Il tema della Danza Macabra si trova in varie chiese in Germania (ricordo io stessa di aver visto la celeberrima Totentanz nella Marienkirche a Berlino);  questo affresco nella chiesetta di Inkoo e’ importante perche’ e’ l’unico di questo tema in Finlandia.

L’altare e’ costituito di mattoni rossi ricoperti di mattonelle bianche di roccia calcarea.  Il crocifisso che lo sovrasta e’ molto piu’ antico:  risale al 1380 ed e’ stato probabilmente scolpito nella Germania del nord,  forse a Lubecca.  La torre campanaria e’ dotata di due campane provenienti da Stoccolma fra il 1658 e il 1768.

(Fonte:  prof. Ola Brenner):



Church of Inkoo  (part 2).

Of extraordinary interest are certainly the frescoes that decorate the interior of this medieval church.  Dated from the end of the 15th century,  some of them have been lost over the centuries,  but have been recovered since 1894. 

My source explains that one of the best preserved is this “Death of the Virgin”,  surrounded by the twelve apostles.

Another very significant fresco is the following,  it represents God uniting Adam and Eve.

For the rest,  notable portraits of angels,  saints,  evangelists and doctors of the Church.

Finally,  the best preserved of all and most interesting:  the Danza Macabra (Dance of Death),  which represents death itself that pushes characters of various social backgrounds to their final destination.

The theme of the Danza Macabra is found in many churches in Germany (I myself remember seeing the famous Totentanz in the Marienkirche in Berlin);  this fresco in the Inkoo church is important as it is the only one of this theme in Finland.

The altar is made of red bricks covered with white limestone tiles.  The crucifix above it is much older:  it dates back to 1380 and was probably carved in northern Germany, perhaps in Lübeck.  The bell tower has two bells from Stockholm between 1658 and 1768.

(Source:  prof. Ola Brenner).

****


38 risposte a "La chiesetta di Inkoo (part 2)."

  1. L’interno è carinissimo. Evidente la differenza di “tratto” nelle pitture, rispetto alle chiese italiane.
    Adamo ha più seno di Eva….
    Bello il tema della danza macabra, non immaginavo potesse trovarsi raffigurato all’interno di una chiesa.
    Ciao.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...