Nomi e Cognomi.

*please scroll down for English version*fam (2)

Dopo che la Consulta ha decretato che e’ illegale dare solo il cognome del padre ai figli,  e’ nata una discussione in Italia attorno a questo argomento.  Oggi cerco di spiegare che cosa fa la Finlandia.

Dal 1986 la legge prevede che si possa dare ai figli sia il cognome paterno che quello materno,  oppure anche entrambi i cognomi;  in base a che cosa?  Alla libera scelta:  la famiglia decide come chiamare i figli.  Naturalmente ci sono dei paletti:  ad esempio tutti i figli nati dagli stessi genitori devono portare il medesimo cognome e solo in caso di separazioni,  divorzi e nuovi matrimoni con ulteriori figli ci potranno essere fratelli (fratellastri) con cognomi diversi.  Inoltre il massimo numero di cognomi consentito e’ due. 

Addirittura la legge prevede che se i genitori non trovano accordo sul cognome,  il figlio prendera’ il cognome della madre.  (Forse perché Mater semper certa?  😉 )

Un altro aspetto curioso che e’ stato regolato per legge,  era la tradizione che al momento del matrimonio la donna prendesse il cognome del marito,  come succede in molti Paesi.  (Tradizione secondo me barbara!)

Oggi le donne possono scegliere se prendere il cognome del marito,  tenersi il loro oppure usare entrambi i cognomi;  non solo:  anche il marito puo’ decidere di prendere il cognome della moglie o entrambi…perche’ no?  Anche qui ci sono pero’ regole e limitazioni:  nelle’esempio sottostante vedete quello che e’ possibile fare,  considerando la coppia di sposi Ville Virta e Liisa Laine.

DSCN1349

Va detto che comunque qui cambiare cognome e’ facilissimo e sempre possibile:  basta recarsi in un qualsiasi ufficio di polizia e registrare il nuovo cognome.  Peraltro tutta la popolazione deve avere nome e cognome ed essere registrata,  inclusi stranieri,  rifugiati…

Un breve cenno,  per finire,  sulla storia del cognome da queste parti.  Il cognome e’ divenuto obbligatorio per tutta la popolazione nel 1921 a seguito dell’indipendenza (nel 1917),  perche’ prima di questa data non esisteva una vera anagrafe dello stato finlandese.  Per cui da un giorno all’altro la popolazione dovette attribuirsi un patronimico e registrarsi.  I cognomi piu’ popolari che entrarono in uso sono senz’altro quelli legati ad aspetti geografici:  Virta (ruscello),  Isotalo (casa grande),  Hämäläinen (dalla provincia di Häme) e cosi’ via.  Molta gente ne approfitto’ per liberarsi del proprio cognome di origine svedese che non voleva piu’.



First and Last Names.

After our Main Court decreed that it is illegal to give only father’s surname to children,  a discussion arose in Italy around this topic.  Today I will try to explain what Finland does.

Since 1986,  the law provides that children can be given both paternal and maternal surname,  or even both surnames;  based on what?  On free choice:  the family decides how to name their children.  Of course there are rules:  for example all children born of the same parents must have the same surname and only in the event of separations,  divorces and new marriages with further children can there be half-siblings with different surnames.  Furthermore, the maximum number of surnames allowed is two.

In case parents do not agree on the surname,  the child will take mother’s surname. (Perhaps because Mater semper certa? 😉 )

Another aspect that was regulated by law was the tradition that married women took their husband’s surnames,  as happens in the U.S. or Germany.  (In my opinion bizarre!)

Today women can choose whether to take their husband’s surname,  keep theirs or use both surnames;   even husbands can decide to take their wife’s surname or both … why not?  However,  here too there are rules and limitations:  in the example above you can see what it is possible to do,  considering the married couple Ville Virta and Liisa Laine.

However,  true is that changing surname here is very easy and always possible:  you just go to any police office and register the new surname.  Moreover,  for the entire population it is compulsory to have a name and surname and be registered,  including foreigners,  refugees …

Finally,  a brief mention on the history of surnames here.  Surnames became mandatory for the entire population in 1921 following independence (in 1917),  because before this date there was no real registry of the Finnish state.  So the population had to give themselves a patronymic and register out of the blue.  The most popular surnames that came into use are undoubtedly those linked to geographical aspects:  Virta (stream),  Isotalo (big house),  Hämäläinen (from the province of Häme) and so on.  Many people took advantage of this to get rid of their Swedish original surname which they no longer wanted.

****


48 risposte a "Nomi e Cognomi."

  1. Ma non ne risente la burocrazia, con il cambio del “codice identificativo” (“codice fiscale”) per chi cambia cognome?

    PS Orrenda l’idea di cambiare cognome se ci si sposa. Perché uno non dovrebbe tenersi il proprio? Retaggio medievale,

    Piace a 1 persona

  2. Molto interessante! Mi ricordo quando sono arrivata in Italia per fare la ragazza a pari: La madre italiana aveva un altro cognome invece del padre ma i bambini avevano il cognome del padre. Siccome allora conoscevo solo il modo tedesco, mi sembrava estremamente strano. 😄 Mi ricordo quando ho sposato mio marito che ci hanno spiegato le possibilità riguardo il cognome. Se la coppia tiene il proprio cognome, si può decidere come fanno i figli di cognome (doppio nome, nome della madre/del padre).

    Piace a 2 people

  3. I miei nipoti portano il cognome della ex moglie del loro padre, che lui aveva scelto nel primo matrimonio e poi passato a mia sorella. Tutto è possibile, in Germania. Invece qua in Italia, infatti, come scrive Eva, questa cosa strana di essere una famiglia con due cognomi. Ma adesso hanno cambiato anche qua, non so se deve ancora andare in vigore … magari le nostre figlie, se mai si sposeranno, possono fare un po’ come vogliono anche loro. 😉

    Piace a 1 persona

  4. l’ho sempre detto io che per quanto riguarda la burocrazia dobbiamo imparare dai Paesi del Nord Europa, lì si che le cose funzionano alla grande 🤷‍♂️😊😉👍👍👍
    Un caro abbraccio, buona serata…🤗

    Piace a 1 persona

  5. Perché non siamo capaci di produrre governanti onesti, non ci smuoviamo dalle nostre piccole sicurezze, non ci accorgiamo che stanno svanendo e tra poco saremo tutti con le pezze al sedere (tranne i soliti noti ovviamente).

    "Mi piace"

  6. Se cominciassimo comunque a liberarci della piaga dell’evasione fiscale e recuperassimo questi fondi la fiducia aumenterebbe, appianeremmo il debito, non dovremmo andare a chiedere soldi in giro e aumenterebbe anche la coesione sociale. Sarebbe un inizio.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...